Il mio amico immaginario si sposa. Non sono invitato.

Buongiorno. Avete passato giorni felici? Sì? Che pusher avete? Sono tempi bui, amici miei, c’è poco da fare: il Bologna ha perso con la Lazio e nemmeno per colpa degli arbitri di sinistra, la concentrazione di casi umani a X Factor di quest’anno è così alta che trovo sconcertante l’attuale assenza di commoventi commenti di Veltroni a proposito ed è ricominciata la scuola. Ah, la scuola, se non fosse permeata di comunismo e nostalgie tardo-sessantottine sarebbe perfetta! Così almeno mi raccontava l’altro giorno Maria Stella Gelmini, mentre cavalcavamo nudi sui monti bergamaschi. Io sulle prime non ero molto convinto (ormai quasi tutti i professori che hanno fatto il Sessantotto* sono in pensione o in Forza Italia, o PdL, o PdL senza quello stronzo di Fini, o come cavolo si chiama adesso), non ero molto convinto, dicevo, ma poi lei l’ha ripetuto con convinzione nelle vesti di ministro, giornali e TG l’hanno riportato acriticamente e quindi dev’essere senz’altro vero.
Cos’ha detto infatti Maria Stella, tra i ministri la più bella? Quanto segue (so che vi chiedo molto, ma immaginatevelo con voce nasale ed accento bresciano, sennò perde tutto il senso):

«Mi piacerebbe che tutti coloro che hanno polemizzato in queste ore con il sindaco di Adro lo facessero per coerenza anche le molte volte in cui sono i simboli della sinistra a entrare in classe»

Questa frase, che presto troverete scolpita nel marmo all’ingresso di tutte le scuole dell’impero, fa riferimento alla simpatica vicenda della cittadina di Adro**, in provincia di Brescia: la locale scuola elementare, con una trovata ingegnosa che affonda le sue radici nella storia, è stata tappezzata di simboli della Lega.*** Maria Stella all’inizio ha detto che non andava bene, poi ha cambiato idea ed ecco il colpo di genio: va bene, questa cosa del simbolo della Lega non è molto carina, ma allora i comunisti? Nessuno dice mai niente dei comunisti? Gnegnegne, vi ho fregati anche questa volta. Al che però una domanda sorge spontanea: ma cosa intendeva MS quando parlava di simboli di sinistra nelle scuole? Ebbene, DeadNature, uomo di mondo, lo sa. E ora ve lo dice, con la segretissima

CLASSIFICA DELLE COSE DI SINISTRA NELLE SCUOLE CHE A MARIA STELLA GELMINI PROPRIO NON VANNO
  1. Lo scambio delle figurine, squallido esempio di socialismo reale, per cui la radiosa immagine di Ibrahimovic, per cui il nostro Premier si è tanto prodigato, vale quanto quella, miseranda, di Giaccherini del Cesena.
  2. Il panino con la mortadella per merenda, subdolo esempio di propaganda silenziosa.
  3. Il crocefisso in classe. Sì, è di sinistra. No, non posso dirvi perché.
  4. Tutte le insegnanti di sostegno, squallido esempio di buonismo cattocomunista che impedisce a questo paese di andare avanti.
  5. Le lezioni di musica, arte, letteratura: grondanti comunismo e lontane dallo spirito del fare che è di questo governo.
  6. I bidelli.
  7. Il quadro svedese.

Saluti e amenità
DeadNature

 
* Si intende con "fare il Sessantotto" avere avuto tra i diciassette e i trentadue anni nel lasso di tempo tra il 1967 e il 1972, circa. Se poi in quegli anni si stava placidi nella propria cameretta ad ascoltare l’imprenscidibile LP "Gianni 3" di Gianni Morandi, poco importa. Anzi, ci si può riciclare come critici del Sessantotto ante litteram!
** Vi starete chiedendo: ma è la stessa Adro che da un giorno all’altro ha tolto la mensa ai bambini che non pagavano? Sì. Ah, nessuno di voi sente questo stimolo a trasferirsi?
*** Anche se il sindaco ha smentito: non si tratta di simboli della Lega, ma dello storico Sole delle Alpi. Ha ragione, sindaco: anch’io non la sto mandando affanculo, il mio è solo un millenario gesto di stima verso gli alti ingegni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: