Trentinità/ un sentimento imprenscindibile…

Salve, oggi è martedì o, se siete trentini, il giorno di "Non posso fare l’amore con te, anche se vorrei tanto, davvero… Ma c’è X-Factor!". Come forse saprete, la settimana scorsa si è tenuto, nella ridente località di Borgo Valsugana, un concerto dei Bastard Sons of Dioniso. L’evento è stato seguito dai trentini con misurato distacco: undicimila presenti. Che si riducono a quarantasette, se dal computo togliamo le mie ex. Comunque non sono qui per parlare di me, ma per riflettere scanzonatamente su una curiosità legata al concerto, ovvero la location. Infatti l’evento doveva tenersi sul Lago di Caldonazzo, poi a Pergine, poi a Trento in piazza Duomo, poi a Trento al palazzetto dello sport, poi a Gardolo. Perché tutte queste località sono state scartate? Risposta della Rai:"Non sono abbastanza trentine."
Per chi, come me, si è domandato "Quando una cosa è abbastanza trentina?" una lista di suggerimenti da inoltrare a Viale Mazzini per arricchire culturalmente la prossima puntata di X-Factor.
 
COSE ABBASTANZA TRENTINE DA FARE FELICE LA RAI

1) Durante l’esibizione dei BSOD, apparirà alle loro spalle Caterina Dominici, con addosso un sacco di iuta color fucsia, che fa i cori urlando a squarciagola "Autonomia!".
2) Lorenzo Dellai si farà fotografare con i BSOD. (Ma l’ha fatto davvero!)(Appunto…)
3) L’assessore Panizza cercherà di attribuirsi il merito del successo dei BSOD (Ma l’ha fatto davvero!)(Come sei noioso…)
4) I BSOD saliranno sul palco vestiti da canederlo, strudel e piatto di polenta, così da dare al resto d’Italia un’immagine del Trentino nuova e non stereotipata.
5) Donatello Baldo, in crisi d’astinenza da dichiarazioni, si farà crocifiggere sulla facciata del CSO Bruno, mentre i BSOD suoneranno unplugged "Il testamento di Tito".
6) Silvano Grisenti farà costruire a Collini un simil Mount Rushmore sul Calisio, con le facce dei BSOD e di Mara Maionchi a posto di quelle dei quattro presidenti. Claudio Bortolotti si dichiarerà stupito:"Non sapevo che i Bastard fossero trentini."
7) I BSOD abbandoneranno il dialetto e inizieranno a parlare in tedesco. "Perché per l’immaginario collettivo è meglio così", dichiarerà un portavoce Rai prima di tornare a dare fuoco ai negri.
8) Pino Morandini cercherà di convincere i BSOD a mettere su un coro parrocchiale. Non avrà successo, ma farà finta di sì. E chi dice il contrario non è cattolico, gnegnegne

Annunci

Una Risposta to “Trentinità/ un sentimento imprenscindibile…”

  1. Cristina Says:

    non sapevo nemmeno esistesse una trentinità….geniale…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: