Archivio per marzo, 2009

Trentinità/ un sentimento imprenscindibile…

Posted in Born to be Trentino with tags , on 24/03/2009 by DeadNature
Salve, oggi è martedì o, se siete trentini, il giorno di "Non posso fare l’amore con te, anche se vorrei tanto, davvero… Ma c’è X-Factor!". Come forse saprete, la settimana scorsa si è tenuto, nella ridente località di Borgo Valsugana, un concerto dei Bastard Sons of Dioniso. L’evento è stato seguito dai trentini con misurato distacco: undicimila presenti. Che si riducono a quarantasette, se dal computo togliamo le mie ex. Comunque non sono qui per parlare di me, ma per riflettere scanzonatamente su una curiosità legata al concerto, ovvero la location. Infatti l’evento doveva tenersi sul Lago di Caldonazzo, poi a Pergine, poi a Trento in piazza Duomo, poi a Trento al palazzetto dello sport, poi a Gardolo. Perché tutte queste località sono state scartate? Risposta della Rai:"Non sono abbastanza trentine."
Per chi, come me, si è domandato "Quando una cosa è abbastanza trentina?" una lista di suggerimenti da inoltrare a Viale Mazzini per arricchire culturalmente la prossima puntata di X-Factor.
 
COSE ABBASTANZA TRENTINE DA FARE FELICE LA RAI

1) Durante l’esibizione dei BSOD, apparirà alle loro spalle Caterina Dominici, con addosso un sacco di iuta color fucsia, che fa i cori urlando a squarciagola "Autonomia!".
2) Lorenzo Dellai si farà fotografare con i BSOD. (Ma l’ha fatto davvero!)(Appunto…)
3) L’assessore Panizza cercherà di attribuirsi il merito del successo dei BSOD (Ma l’ha fatto davvero!)(Come sei noioso…)
4) I BSOD saliranno sul palco vestiti da canederlo, strudel e piatto di polenta, così da dare al resto d’Italia un’immagine del Trentino nuova e non stereotipata.
5) Donatello Baldo, in crisi d’astinenza da dichiarazioni, si farà crocifiggere sulla facciata del CSO Bruno, mentre i BSOD suoneranno unplugged "Il testamento di Tito".
6) Silvano Grisenti farà costruire a Collini un simil Mount Rushmore sul Calisio, con le facce dei BSOD e di Mara Maionchi a posto di quelle dei quattro presidenti. Claudio Bortolotti si dichiarerà stupito:"Non sapevo che i Bastard fossero trentini."
7) I BSOD abbandoneranno il dialetto e inizieranno a parlare in tedesco. "Perché per l’immaginario collettivo è meglio così", dichiarerà un portavoce Rai prima di tornare a dare fuoco ai negri.
8) Pino Morandini cercherà di convincere i BSOD a mettere su un coro parrocchiale. Non avrà successo, ma farà finta di sì. E chi dice il contrario non è cattolico, gnegnegne

Ognuno ha ciò che merita-2

Posted in Senza categoria with tags on 15/03/2009 by DeadNature
Ciao miei fan? Come va? Che fate di bello? Anche voi come me impegnati a capire dove e quando suoneranno i Bastard Sons of Dioniso?
Per rallegrarvi un po’, un intervento fatto tutto da voi, che siete arrivati a questo blog in tanti modi splendidi. Questi.
 
caro duemila elio e le storie tese gialappa’s
antonella clerici fantasie erotiche
nel nome dell’amore
antonella clerici che fa un bocchino
ernesto regazzoni
ernesto regazzoni io fo buchi nella sabbia
attestati di simpatia e di stima
dino bramanti infarto
deborah pirlo
walter boje foto erotiche
subbuteo squadra italia 1938
tallin estonia ragazze sesso
mogli nude sul blog
tema svolto su amicizia simpatia amore
dove posso comprare il gas elio per riempire i palloncini?
vetroresina pupazzi
che cosa pensa dell’amore Eros Ramazzotti
ragali simpatici natale
massimo boldi che toglie un reggiseno
"che dio ci perdoni" jerry scotti
aforismi sull’agonia
nicola legrottaglie e la castità
I valori che ingrassano Cristiano di Vittorio Sgarbi su "Il Giornale"
foto nude compromettenti su facebook
barbara di la maddalena ss su face book
serena dandini nuda
cartomanti a pavia
chi è il ginecologo di antonella clerici
muratore offre proprio lavoro in cambio di prestazioni sessuali a genova
tatuaggi monocromatici
aforismi soddisfazioni d’amore
modalità costruttive irachene
scotti iveco
significato nome iago
simbolo dell’amore in aramaico
www. cerco appuntamenti al buio  per ragazze che se lo fanno mettere nel culo sul centro.it
nicola legrottaglie fidanzate immagini
blog bellissimi
lola ponce baciamano
donne nude che succhiano il pirlo
dove vanno i palloncini
elenco nomi di ristoranti
feti abortiti in cagna con erpes
fabri fibra testo comunione e liberazione
 
Cose belle, di cui davvero vi ringrazio.
Ciao
Stefano

Sulla patente, Dorian Gray era venuto benissimo

Posted in Senza categoria with tags on 09/03/2009 by DeadNature
Ehi, ciao? Come state? Io benissimo, se si esclude che vivo in un paese nel quale "democrazia" sta diventando un termine buono solo per sorprendere gli amici giocando a Scarabeo. Comunque oggi è lunedì, dunque, come ben sapete, questo blog è dedicato al magico mondo degli aforismi. A tal proposito, ricordo che aforisma deriva dal greco "aforos", ovvero "non è incredibile come sia facile dare alle cazzate una meravigliosa aura di intelligenza?".
Comunque, ecco a voi. In omaggio un pratico elenco puntato, per facilitare la lettura.
 
  • Il percorso più breve tra due punti è una retta. Checché ne dica il vostro tassista.
  • Non esiste il gelato al gusto gelato. O, se esiste, fa schifo.
  • Legare la propria ragazza a una sedia, raparle a zero la testa e cospargere di margarina il suo corpo immobilizzato NON è un buon modo di festeggiare l’otto marzo. Lo so per esperienza.
  • Il nazismo avrebbe avuto più successo, se il suo coach fosse stato Morgan.
  • Per i koala, noi umani siamo pucciosissimi.
  • Esistono infiniti universi paralleli, ma in nessuno di essi D’Alema è un carismatico leader di successo.
  • Una crepa di trenta centimetri può essere preoccupante, se stai osservando la parete di camera tua, o tragica, se eri impegnato a toglierti i punti neri.
  • In italiano, nessuna parola fa rima con fegato. Un valido motivo per sbronzarvi sino a distruggerlo.

Con conturbata malizia vi saluta

DeadNature

Corollario: ignora quanto detto finora

Posted in Senza categoria with tags on 03/03/2009 by DeadNature
L’ANGOLO DELLA GELIDA FREDDURA DI DEADNATURE (attenzione, non fa ridere)
 
"Ho sentito che il fidanzato di Arisa è l’autore del testo di Semplicità, la canzone che ha vinto la sezione ‘Nuove proposte’ del Festival di Sanremo!"
"Davvero? E come ha reagito quando ha saputo della vittoria?"
"Ha riso."