400 feriti per i petardi: si può ancora sperare

Da DeadNature, un cordiale buon anno! Che il 2009 sia per voi ricco di gioie, soddisfazioni, eccetera eccetera. So che molti di voi hanno l’ansia da "Oddio, come sarà il 2009? Bello? Brutto? Circa?" e quindi vi regalo l’utile rubrica
 
DEADNATURE SPIEGA COME SARA’ IL 2009: VERITA’ SCOMODE, MA VERE
GENNAIO: L’anno inizia nel segno della speranza: al largo di Lampedusa affonda una barca stracolma di clandestini; per un’incredibile fatalità muoiono tutti gli adulti, mentre restano in vita solo i bambini di età inferiore ai sei anni. Questi vengono adottati da una serie di coppie quaranta-cinquantenni che hanno sempre desiderato tanto avere un figlio ma "a suo tempo".
 
FEBBRAIO: Gli emo passano di moda. La notizia li deprime un po’, ma stavolta non c’è nessun giornalista a prendere atto della cosa. Nuova moda giovanile: applicarsi cateteri. "I cateteri sono un chiaro simbolo della società che succhia ai giovani la voglia di vivere." commenta Barbara Palombelli. L’idraulico annuisce senza capire.
 
MARZO: In una rissa da bar, scatenata da un commento malizioso sulle sue effettive capacità a biliardo, muore il ministro Brunetta. Dopo i funerali, cui non prende parte nessuno per non danneggiare la produttività del Paese in un momento di crisi come questo, il ministro viene sostituito da Pupo, che l’eguaglia in statura morale e materiale. E poi Brunetta una hit come "Su di noi" non l’ha mai composta. Primi effetti della "riforma Pupo" sul lavoro: le donne devono recarsi sul luogo di lavoro nude; per il ministro, inoltre, torna valido lo "ius primae noctis".
 
APRILE: Scandalo negli Stati Uniti: durante un discorso alla nazione, Barack Obama si toglie la maschera. Incredibile! E’ DJ Albertino! Comunque ormai è stato eletto, quindi gli americani se lo tengono.
 
MAGGIO: A sorpresa, l’Inter vince lo scudetto. Per festeggiare, Moratti omaggia ciascun giocatore con un piccolo regalo: a scelta sei pozzi petroliferi o trentasei vergini.
 
GIUGNO: A sorpresa, un’ondata di tiepido investe l’Italia. Non fa nè caldo nè freddo, si sta proprio benino. Dalla sua reggia di platino appena costruita e già condonata, Berlusconi commenta:"Questa è un’altra prova della bontà del mio governo!". Poi fa una serie di telefonate in cui parla di atti d’amore orale, tanto tutti i giudici sono stati spediti in Cile per decreto legge.
(1. Continua)
Annunci

3 Risposte to “400 feriti per i petardi: si può ancora sperare”

  1. Lollo Says:

    Io lo sapevo che Obama era una maschera!!!

  2. giulia Says:

    ahahah verità scomode ma vere! ahimè è così..speriamo che gli emo passino di moda sul serio

  3. Pier Carlo Says:

    Voglio che febbraio duri tutto l\’anno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: