Archivio per ottobre, 2008

Niente è più bello di un tramonto su un lago. Sempre che tu non sia il sole.

Posted in Senza categoria with tags on 31/10/2008 by DeadNature
Salve. Mancavo da un po’, è vero. Per farmi perdonare, a tutti voi, lettori e scrittori di blog e quindi -inutile negarlo- potenziali giornalisti di domani, regalo con tutta la mia amicizia una serie di lezioni di giornalismo. Perché in questi tempi difficili c’è bisogno di gente forte, che non abbia paura di tenere il microfono al potente di turno. Astenersi perditempo, fard per aggiustare le notizie più spiacevoli non incluso nel corso.
 
LEZIONE NUMERO 1: L’INTERVISTA AL POTENTE
L’intervista, che bella cosa! Praticamente devi fare solo metà lavoro, al resto pensa il potente di turno che ti ha contattato per dire la sua sul mondo! Anzi, se sei davvero fortunato sarà lui stesso a portarti anche le domande, così il tuo unico sforzo sarà quello di mettere la firma al pezzo.
Nell’esempio che segue, ipotizziamo un’intervista a Luca Cordero di Montezemolo, ex presidente di Confindustria e comunque ancora uomo che è bello adulare.Per coloro i quali sono ancora ostinatamente legati a parole come "verità" e "chiarezza", riportiamo tra parentesi il vero pensiero di Montezemolo.
 
LA RICETTA DI MONTEZEMOLO
"Innovazione e coraggio, così riparte l’Italia"

dal nostro inviato – Ha piovuto tutto il giorno su Bologna, ma quando Luca Cordero di Montezemolo ci accoglie nel suo studio dalla finestra filtra un raggio di sole, che mette in risalto il sorriso dell’ex presidente di Confindustria. In lontananza si ode il rumore delle vetrine infrante dai pochi violenti che, con la scusa della protesta anti-Gelmini, impediscono a tanti onesti lavoratori di svolgere in maniera serena il loro dovere.
Presidente, si tratta dell’ennesima manifestazione disinformata?
Naturalmente bisogna ascoltare i giovani, purché adottino forme di protesta rispettose. Non credo che il Governo sia nemico della scuola, ma non escludo si possano apportare dei correttivi alla riforma.
(L’unico risultato ottenuto dal Governo è stato quello di centuplicare le fantasie erotiche adolescenziali sulla Gelmini. Quanto alla ricerca, chissenefrega. Non occorre una laurea per essere cassaintegrati Fiat.)
Crede che i tagli siano così gravi come frange studentesche sostengono?
Dobbiamo considerare il periodo in cui ci troviamo: la crisi c’è, il ceto medio soffre. I soldi vanno trovati, senza però colpire il futuro in modo irreparabile. Ma non mi sembra questo il caso.
(Vuole del caviale? Ne ho chili e chili. Comunque finché Barbara Berlusconi va alla Bocconi tutto è tranquillo.)
Cosa pensa dell’idea delle fondazioni universitarie contenuta nel decreto?
Mi sembra una proposta moderna, americana: i privati possono essere la forza nuova dell’università.
(Le fondazioni sono una cazzata immane: chi volete che metta 40 milioni di euro in qualcosa che non gli dà nulla in cambio. Oddio, potrebbe sempre pensarci Berlusconi. Come con Alitalia. Sì, mi pare un’ottima idea; Berlusconi compri tutte le Università e insegni un po’ quel cavolo che gli pare.)
Cai-Alitalia: accordo possibile? Favorevole alla cordata italiana?
Mi permetta di non sbilanciarmi in un momento delicato come questo. Credo però che la parola d’ordine sia "responsabilità": con la politica dei no non si va nessuna parte, soprattutto in questo tempi di crisi.
(Ho una flotta di jet privati, credi che mi interessi qualcosa di Alitalia? Comunque tempo fa feci una proposta a Berlusconi: comprare un quintale di fogli di carta A0, fare degli aeroplanini giganti e sfruttare le correnti ascensionali per volare in tutta Europa. Non mi ha risposto.)
Ricette contro la crisi?
Coraggio, talento, sacrificio e inventiva. In Italia si può fare molto, se si vuole. Ma vedo in giro tanta disillusione, purtroppo: la gente non crede nel riscatto. Spetta anche a Confindustria dare una mano.
(La crisi? Abbiamo spostato le industrie in Romania e ora le cose vanno meglio. Ah, dice ricette per i poveri? Beh, quel tipo a Catania si è sistemato col SuperEnalotto. Questo io lo chiamo spirito imprenditoriale. Comunque il prezzo della benzina resta quello, spiacente.)

 
 
Questa era la nostra prima lezione di giornalismo. Prossimamente: come rendere meno spiacevoli i fatti!
Ciao
Stefano

Camminare in una valle di lacrime è brutto. Si scivola.

Posted in Senza categoria with tags on 21/10/2008 by DeadNature
Ciao amici, come state? Di nuovo qui in cerca di amicizia, simpatia e amore come in un Facebook senza pervertiti? Me ne compiaccio. Tuttavia, oggi non ho uno straccio di idea divertente, quindi siamo di fronte a una serie di alternative:
a) Divento sceneggiatore di una fiction Mediaset.
b) Riciclo vecchi pezzi del blog.
c) Me ne frego, tanto non è che mi paga qualcuno e devo renderne conto.
d) Improvviso basandomi su ciò che vedo attorno a me. Ma non so se la mia ragazza è favorevole a una serie di calembour sui suoi capezzoli.
f) Faccio quest’elenco saltando le vocali, così da dare l’impressione che ci siano più voci.
g) Devasto senza battere ciglio la pubblica istruzione. Ah, no, scusate: non sono la Gelmini. Però lei lo fa per ridere, penso.
l) L’acca non ha suono, quindi non vale!
m) Prendo un cuscino con stampata la faccia di Eros Ramazzotti (esistono, esistono…), lo infilo in un orifizio a caso di una bambola gonfiabile raffigurante Michelle Hunziker, dico che è un’opera d’arte, la vendo, faccio i miliardi e chiudo ‘sto blog.
n) La smetto qui.
 
Au revoir
Stefano

Traffico rallentato causa corteo di protesta contro i cortei

Posted in Senza categoria with tags on 14/10/2008 by DeadNature
Salve. La parola d’ordine del mondo d’oggi è "dibattito". Non importa quanto un fatto sia futile, o già palesemente acclarato: bisogna discutere, discutere, discutere. D’altra parte, non vorrete mica far morire di fame tutti quei ragazzi che studiano giurisprudenza, o Bruno Vespa? Sono sicuro di no! Vabbè, forse… Ok, senz’altro sì. Ma non è questo di cui dobbiamo parlare oggi, bensì di scottanti, dolorose verità. Nella fattispecie: uccidere a picconate cuccioli di foca perché la loro pelliccia vale una fortuna è immorale? Ne parliamo con Rusky, un piccolo cucciolo di foca rappresentante del movimento "Come fai a uccidermi? Ho degli occhi così dolci…" e Ruggero, un piccone proveniente dalla Basilicata. Signor Rusky, a lei la parola!
Rusky: "La faccenda è molto semplice, signor DeadNature. Ho visto con questi miei dolci occhioni mia madre e i miei fratellini uccisi da un piccone. E non da un piccone qualsiasi… Da quel piccone! (indica Ruggero, dopodichè scoppia in pianto, tenendosi la piccola testolina tra le zampette.)(Oddio, riuscite a immaginare che cosa tenera?)(Ci riuscite davvero? Dio mio, i miei lettori sono dei malati di mente!)
DeadNature: "Queste parole sono molto dure, signor Ruggero. Come vuole replicare?"
Ruggero: "Beh, ma santo cielo… Sono un piccone! Voglio dire, avete anche voi gli occhi per vedermi! Non posso compiere azioni di mia spontanea volontà, sono stato solamente l’esecutore materiale dell’altrui volontà!"
DeadNature: "Sì, sì, anche le SS dicevano così… Complimenti, giustifichiamo la Shoah allora!"
Ruggero: "Mi scusi, lei chiaramente non ha ascoltato una parola di quello che ho detto! Le ripeto che.."
Deadnature: "Sapete che vi dico, amici? Abbiamo ascoltato abbastanza! Al rogo! AL ROGO!"
(Il piccone viene preso e gettato su una pira appositamente preparata. Dopo qualche breve rantolo di agonia, tutto tace. E il bene ha vinto di nuovo.)

Mai usare il catrame come olio solare

Posted in Sana indignazione with tags on 07/10/2008 by DeadNature
Salve. Ultimamente questo blog parla troppo di religione. Per farmi perdonare, stavolta mi dedicherò ad un argomento molto amato dai giovani (o almeno così mi dicono): il sesso. Come? Il Papa ha detto la sua sul sesso? Cavoli, mi ruba materiale e lettori così! Vabbè, ne parlo lo stesso. Come forse saprete, Benedetto XVI ha dichiarato che la dura opposizione della Chiesa Cattolica a qualsivoglia tipo di contraccettivo "non viene compresa dai fedeli". Il Papa non si capacita di ciò, e così anche i credenti. Intervistato dal Corriere della Sera (il giornale che è come Panorama, ma senza le donne nude), un sacerdote ha dichiarato:"Le coppie vengono ai corsi pre-matrimoniali e mi domandano perché il preservativo sia peccato, mentre il coito interrotto, la cui conclusione sbrigativa può essere considerata una mancanza di rispetto nei confronti della donna, sia consentito. Io rispondo che se nella coppia c’è accordo non vi è mancanza di rispetto verso la donna e che comunque bisogna evitare in tutti i casi la masturbazione."
Sì, avete letto bene, non ho inventato nulla (purtroppo: sarebbe stata una gag geniale). In ogni caso bisogna evitare la masturbazione.
"Dottore, ho il colesterolo alto, saranno i troppi hamburger?" "Se mangi meno di dieci hamburger al mese non è troppo grave; in ogni caso, evita assolutamente di vestirti di giallo fosforescente ai funerali!"
Ma la frase più bella del nostro amico sacerdote è alla fine dell’articolo:"Sono sconsolato, non capisco proprio perché i fedeli non ci seguano su queste tematiche!" Davvero inspiegabile…
Cambiando argomento, il denaro sta perdendo il suo valore. Un indizio di questo: in certe zone, si gioca a Monopoli con soldi veri. Valgono di meno. Ma non siate preoccupati, anche per questo c’è la soluzione! Benedetto XVI (che ha la risposta a qualunque domanda, soprattutto a quelle che nessuno fa. Dovrebbe fare l’opinionista a "Porta a porta"!) ve la spiega, facile facile:"I fatti drammatici di queste ore ci insegnano che l’unica solida certezza è Cristo!"
Traduzione: investite in fondi IOR.
Ciao