“Son passati trent’anni…” “Sembra ieri che ancora ci si indignava per qualcosa…”

Trent’anni fa la mafia uccideva Peppino Impastato, giovane di Cinisi col vizio della libertà. Combatteva per una Sicilia migliore, libera finalmente da quel sistema fondato sulla paura che allora, come oggi, la controllava.
 
Il nuovo presidente del consiglio italiano ha recentemente definito "un eroe" Vittorio Mangano, condannato all’ergastolo per mafia: Mangano era quello che ammazzava (letteralmente) a mani nude i nemici dei Corleonesi. Il tutto senza mai ricorrere a un callifugo: un vero eroe.
 
Peppino, ne è valsa davvero la pena?
 
I CENTO PASSI, MODENA CITY RAMBLERS
 
"Sei andato a scuola?Sai contare?""Come contare?""Come contare?1,2,3,4,sai contare?""Si,so contare""Sai camminare?""So camminare""E contare e camminare insieme lo sai fare?""Si!Penso di si!""Allora forza!Conta e cammina!dai… 1,2,3,4,5,6,7,8…""Dove stiamo andando?""Forza!Conta e cammina!9… 90,91,92,93,94,95,96,97,98,99 e 100!Lo sai chi ci abita qua?A?U zù Tanu ci abita qua!!""Cento passi ci sono da casa nostra,cento passi!"
(tratto dal film "I cento passi" di M.T.Giordana)

E’ nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio..
Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di Giustizia che lo portò a lottare..
Aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell’ambiente da lui poco onorato..
Si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un’ideale ti porterà dolore..
"Ma la tua vita adesso puoi cambiare solo se sei disposto a camminare, gridando forte senza aver paura
contando cento passi lungo la tua strada"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

"Noi ci dobbiamo ribellare" (dal film)

Poteva come tanti scegliere e partire, invece lui decise di restare..
Gli amici, la politica, la lotta del partito.. alle elezioni si era candidato..
Diceva da vicino li avrebbe controllati, ma poi non ebbe tempo perchè venne ammazzato..
Il nome di suo padre nella notte non è servito, gli amici disperati non l’hanno più trovato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

Era la notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio settantotto..
La notte di via Caetani, del corpo di Aldo Moro, l’alba dei funerali di uno stato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

Ciao

Stefano

Annunci

4 Risposte to ““Son passati trent’anni…” “Sembra ieri che ancora ci si indignava per qualcosa…””

  1. Lollo Says:

    Grandissimo mark per aver ricordato un personaggio così straordinario come Peppino Impastato…davvero un\’eroe…non ci sono termini per definirlo se non eroe…nato in mezzo alla mafia, in una famiglia mafiosa, con lo Stato stesso che negava l\’esistenza della mafia lui ha alzato la testa e ha dato voce alla gente che non ci stava…lui ha fatto una radio…una radio di satira politica…diceva cose pesanti, scomode, ma vere! Tutti lo sapevano che erano vere…ma la paura…la paura è un\’arma potente…e Don Tano lo sapeva bene…e così Peppino è morto…ucciso legato ai binari di un treno con una bomba…volevano farlo passare per un suicido…o per un attentato fallito e finito nel peggiore dei modi…ma come si fa a credere a una cosa simile? E così la violenza ha messo a tacere ancora una volta la voce della verità…ma io non credo che sia stato tutto inutile…io credo che ne è valsa la pena…grazie a personaggi come Peppino oggi sappiamo cosa vuol dire mafia, quanto è pericolosa…è grazie a personagggi come Peppino che si è cominciato a combatterla…bisognerebbe imparare da lui…è vero che a sentire certa gente parlare oggi ci si può chiedere se ne è valsa la pena…magari se lo chiede anche lui da lassù…ma non credo sia stato tutto inutile…posso solo dire questo per finire: sfortunato il paese che ha bisogno di eroi…

  2. chiara Says:

    non posso non commentare su Impastato, una della persone che avrei davvero voluto conoscere. Lollo ha già detto molto, consiglio "I cento passi" a chi vuole saperne di più. nel film Peppino è interpretato da Lo Cascio, uomo stupendo espressivo e perfetto.
    commento con una canzone d Vecchioni, per chi crede ancora nei sogni. e per chi ha la testa nel cielo ma il "camminare che entra da terra", chi si muove e vuole cambiare, chi crede ancora in qualcosa e ha il coraggio di dimostrarlo.

    Sogna, ragazzo sogna(Vecchioni)
    E ti diranno parole rosse come il sangue, nere come la nottema non è vero, ragazzo,che la ragione sta sempre col più forte;io conosco poetiche spostano i fiumi con il pensiero, e naviganti infiniti che sanno parlare con il cielo.
    Chiudi gli occhi, ragazzo, e credi solo a quel che vedi dentro stringi i pugni, ragazzo,non lasciargliela vinta neanche un momentocopri l\’amore, ragazzo,ma non nasconderlo sotto il mantello;a volte passa qualcuno,a volte c\’è qualcuno che deve vederlo.
    Sogna, ragazzo, sognaquando sale il vento nelle vie del cuore,quando un uomo vive per le sue paroleo non vive più.
    Sogna, ragazzo, sogna,non lasciarlo solo contro questo mondo,non lasciarlo andare, sogna fino in fondo,fallo pure tu!
    Sogna, ragazzo, sogna quando cala il vento ma non è finita,quando muore un uomo per la stessa vitache sognavi tu.
    Sogna, ragazzo, sogna,non cambiare un verso della tua canzone,non lasciare un treno fermo alla stazione, non fermarti tu!
    Lasciali dire che al mondoquelli come te perderanno sempre,perché hai già vinto, lo giuro,e non ti possono fare più niente.Passa ogni tanto la manosu un viso di donna, passaci le dita;nessun regno è più grandedi questa piccola cosa che è la vita.
    E la vita è così forteche attraversa i muri senza farsi vedere;la vita è così verache sembra impossibile doverla lasciare;la vita è così grandeche "quando sarai sul punto di morire, pianterai un ulivo, convinto ancora di vederlo fiorire".
    Sogna, ragazzo sogna, quando lei si volta, quando lei non torna,quando il solo passo che fermava il cuorenon lo senti più.
    Sogna, ragazzo, sogna, passeranno i giorni, passerrà l\’amore,passeran le notti, finirà il dolore,sarai sempre tu …
    Sogna, ragazzo sogna,piccolo ragazzo nella mia memoria,tante volte tanti dentro questa storia:non vi conto più.
    Sogna, ragazzo, sogna,ti ho lasciato un foglio sulla scrivania, manca solo un verso a quella poesia,puoi finirla tu.
                                                                                                                                                       chiara

  3. valentina Says:

    sono stata in Francia. A Vichy. Appenna una settimana fa, anzi no, meno. è statop molto bello, sapete, era tutto molto francese.
    però mi ha lasciato in bocca l\’amarezza. abbimao parlato di magùfia tutte le sere in famiglia.
    ecco cosa pensano di noi. un paese schiacciato dalla mafia, da Aosta a Palermo è tutto uguale non c\’è distinzione non ci si preoccupa neanche più di differenziare. mi ha fatto male toccare con mano la realtà delle cose che è molto peggio di quanto ci viene riportata, è molto peggio quando te lo senti addosso che essere italiana è tutt\’altro che un vanto.

  4. valentina Says:

    ehi ma quanti errori ho fatto?? che spasso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: