Non di sola panne vive il meccanico

Buonasera, sono Walter Veltroni. Anzi, buonasera è freddo, impersonale, allontana i giovani dalla politica… Non va bene. Riprovo.
Ciao, sono Walter, ho 51 anni, sono del Cancro. mi piacciono la musica e la pallacanestro, sono solare ed estroverso e cerco tanti amici!
Stefano (o DeadNature… Non ho molto capito) non voleva che scrivessi nel suo blog, ma grazie alla mia simpatia, al mio essere giovane dentro e al mio cloroformio ha cambiato idea. Sono qui perché mi sono candidato a segretario del Partito Democratico, e voglio che il mondo lo sappia, voglio che voi giovani lo sappiate. Mi piace ricordarvi di quando, nel 1998, mi sono recato in Uganda e, osservando il cadavere di un bambino morto di fame spolpato dalle iene, ho pensato:"Walter, c’è tanto dolore nel mondo. E’ ora che tu scriva dei "libri" sulla tua infanzia perduta." La mia coscienza rispose:"Walter, ma tu non sai scrivere. Sei retorico, prolisso e sintatticamente traballante." E io le risposi:"Sì, ma piaccio tanto perché sono buono. Cioè, non lo sono, ma la gente abbocca solo perché ho questo bel faccino. E dunque, qualunque cazzata scriverò, che sia una stiracchiata serie di racconti sull’amore filiale (animata da un pretesto ridicolo) o uno stiracchiato romanzo sull’amore filiale (animato da un pretesto ridicolo) o uno stiracchiato saggio sull’amore filiale (animato da un pretesto ridicolo), i media lo loderanno neanche fossi il nuovo Calvino, e la gente spenderà 18 Euro per un libro di 100 pagine scritte grandi! Ah, e sarò anche leader della Sinistra!" E la mia coscienza sussurò flebilmente:"Leader della Sinistra? Ma Walter, i tuoi sono valori populisti che…" Ma non riuscì a finire la frase: la morte la colse.
E proprio di questo parlerò nel mio nuovo romanzo, "Mi scappa la pipì papà", storia di un musicista jazz nero ebreo cieco da un occhio e con problemi di prostata, che, sul letto di morte, detta ad un infermiera sorda le sue memorie e i dolorosissimi traumi di un’infanzia negata. Non perdetelo. Tanto, se non lo comprate, ve lo beccate come regalo di Natale. Non si scappa a Walter il buono.
Con tanto tanto affetto
Vi voglio bene
W
Annunci

3 Risposte to “Non di sola panne vive il meccanico”

  1. massimiliano Says:

    HAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHHAAHHAHAHABello bello… Ma non eri di sinistra tu? Meglio il mortadella secondo te?

  2. DeadNature Says:

    Amico mio, la domanda giusta non è se sono di sinistra io! La domanda giusta è:"E\’ di sinistra Veltroni?"

  3. chiara Says:

    sì sì nulla da dire… ne fai un\’imitazione perfetta! sei proprio simpatico e insostituibile 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: