Archivio per febbraio, 2007

How to create an amazing blog in 153 simple lessons

Posted in Senza categoria with tags on 26/02/2007 by DeadNature

Sapete, realizzare un bel blog è un’arte. Di cui io sono indiscutibilmente privo. Tuttavia, come si dice a scuola, non sono intelligente ma mi applico. Proprio oggi, infatti, ho acquistato in edicola l’interessante opuscolo "Blog for dummies: come far risultare interessanti le vostre noiosissime vicende personali". Mi è piaciuto molto e ve lo consiglio. In questo numero trovate

  1. Una spiritosa intervista a Beppe Grillo, gran visir di tutti i blogger. Titolo:"Non sapete quanti pirla là fuori sono in cerca di un leader! Cavoli, ora capisco perché in Italia c’è stato il fascismo! Se non fosse per la mia proverbiale modestia, a quest’ora mi sarei già montato la testa. Ah, per questa intervista sono 12000€ al minuto. Iva esclusa. Inoltre, gradirei che lei si rivolgesse a me chiamandomi <<Imperatore immortale del Web e Paladino Indiscusso delle Libertà>>" (nota di DeadNature: Sì, piuttosto lungo come titolo. Ma il vero blogger DEVE essere prolisso. E’ un imperativo categorico)
  2. Arguti consigli grafici per rendere irresistibile il vostro blog. Ad esempio, i colori pastello e le foto dei vostri animali domestici sono in. Immagini di opere d’arte celebri e colori cupi (con la possibile eccezione del viola) sono out.
  3. Suggerimenti sui contenuti: tanta autobiografia, tanti particolari della propria vita, tanti commenti sui piccoli e grandi fatti del mondo, possibilmente sfoggiando una buona dose di saccenza
  4. Infine, la guida sullo stile del perfetto blogger: un sano mix di ironia spicciola (AKA "battute da Zelig") e melensaggini retoriche (AKA "frasi da Baci Perugina"). Inoltre, è molto cool fare ricorso a sigle giovanilistiche e inglesizzanti (e.g. "AKA" o "e.g.").

Infine, con il primo numero avrete in omaggio un autografo di Paolo Casonet, che nessuno sa chi sia ma ha un blog.

Che aspettate? Correte in edicola! Solo 19,90€ vi separano dal diventare un provetto blogger!

Vi saluta con l’altra mano

DeadNature

Va tutto bene. Tutto bene. Qualcuno ha visto i miei antidepressivi?

Posted in Senza categoria with tags on 23/02/2007 by DeadNature
Ok, sono passati due giorni, ho rielaborato serenamente i fatti, dunque ciò che scrivo sarà una riflessione sobria, scevra da insulti gratuiti e isterie fini a se stesse.
 
[modalità analisi rilassata on]
Fernando Rossi e Franco Turigliatto sono due brave persone.
Fernando Rossi e Franco Turigliatto hanno agito secondo coscienza, non hanno piegato i loro nobili ideali (pardon: Nobili Ideali) alle tristi logiche della politica.
Fernando Rossi e Franco Turigliatto, pur responsabili della crisi di governo, vanno rispettati e financo ammirati per la loro scelta.
Fernando Rossi e Franco Turigliatto…
[modalità analisi rilassata off]
 
No, scusate, non ce la faccio proprio.
 
[modalità "ciò che davvero penso" on]
Fernando Rossi e Franco Turigliatto sono due imbecilli, due pagliacci con manie di grandezza, che pensano di essere lì in difesa del popolo quando sono stati eletti grazie alle segreterie di partito, che hanno avuto la dabbenaggine di metterli in lista.
Fernando Rossi e Franco Turigliatto sono, rispettivamente, un membro ribelle del PDCI e un esponente trotzkista (trozkista! Nel 2007! Per favore, qualcuno lo avvisi che il Muro è caduto! Stalin è morto! Turigliatto, sveglia!) di Sinistra Critica, una delle 700 correnti che compongono Rifondazione Comunista. Ora, io devo farmi rovinare le giornate da un membro ribelle di un partito che conta meno di nulla e da un trozkista? Questa non è democrazia, questo è sadismo!
Fernando Rossi e Franco Turigliatto: il primo "quando D’Alema bombardava la Jugoslavia" era sotto le bombe con i civili (a dimostrazione che non esistono le bombe intelligenti: tanti morti innocenti, e Rossi vivo e vegeto! Cavoli, non dico morto, ma almeno uno shock tale da renderlo muto per sempre! Non c’è giustizia divina…), il secondo "sempre a fianco degli operai nelle loro battaglie": poi, loro in fabbrica, lui a Palazzo Madama.
Fernando Rossi e Franco Turigliatto, andate affanculo!
[modalità "ciò che penso davvero" off]
 
Quando ci vuole ci vuole!
 
Con immutata stima
DeadNature

Chi non muore… Morirà

Posted in Attimi di umorismo disimpegnato with tags on 19/02/2007 by DeadNature
Buon lunedì a tutti da DeadNature. Questo è il blog di DeadNature. Irresistibile sagacia (o sagachia? Non mi ricordo mai…) e sferzante satira sono la formula vincente. Del blog di Beppe Grillo. Perché qui non c’è posto per cinismo e malumore: il mio è un blog che parla di amore e solo di amore, in tutte le sue molteplici forme. Perché l’amore è in ogni dove. Love is everywhere, come diciamo noi che abbiamo delle basi di latino. Ad esempio: vedete quei due giovani che lieti si baciano su una panchina, le mani di lei nelle mani di lui, le mani di lui che vorrebbero essere altrove, ma lei gliele tiene? Ecco, quello è amore (scusate: Amore). Come? Lei è vostra figlia/sorella/mamma/nonna e lui il vostro datore di lavoro/compagno di scuola fighissimo/parroco/ex? Non importa: l’amore non conosce barriere. Dunque posate il cric, avvicinatevi ai due giovani e dite loro la seguente frase: "Non posso fare a meno di ammirare l’esternazione dei vostri sentimenti: è bello vedere che anche al giorno d’oggi -in una società sull’orlo della catastrofe per colpa dei Di.Co., che ridurrano tutto ciò di buono che il Vaticano ha costruito in 2000 anni ad un cumulo di macerie, perdipiù omosessuale- due persone si amano e progettano un futuro comune. Bravi!"
Vi sentite meglio? Bene! Ora posso farvi una piccola confessione:
 
ATTENZIONE: INTERATTIVIZZAZIONE DEL BLOG.
Avete presente le storie a bivi che c’erano un tempo su Topolino? Ecco, uguale. Però senza Pippo. Allora, se sei un individuo di sesso maschile leggi il testo rosa; se sei una ragazza inviami il tuo numero di cellulare. No, scherzavo: presentati direttamente a casa mia. Nuda, odio i preliminari. No, scherzavo ancora: tu, giovane donna, leggi il testo azzurro.
 
Prima mentivo, quella non è tua figlia/sorella/mamma/nonna. Quella è la tua ragazza. Sì, proprio lei. Quella che tre minuti fa ti ha salutato sorridendo, sussurrandoti con voce flautata: "Te l’ho già dato il bacino della buonanotte!". Sì, proprio lei. No, quella non è la tua lingua. No, quelle non sono le tue mani. No, quello non è il tuo sospetto rigonfiamento inguinale. Mi spiace. Ti sono vicino.
 
Lo vedi il tipo? Sì, sta baciando quella là, ma non devi preoccuparti: sotto sotto ama te. E’ che tu non sei una di quelle facili che vanno in giro a regalarla agli angoli della strada: tu hai un tuo codice di comportamento. E poi quella lì voglio vederla senza trucco e minigonna: sarà sicuramente un cesso. Tu magari sei meno appariscente, ma la tua è una bellezza autentica, caspita! Sei bellissima, credimi, sono i maschi che non capiscono niente, è un fatto risaputo. DeadNature lo sa, davvero. Ti sono vicino.
 
Con immutata stima
DeadNature

Precisazione

Posted in Senza categoria with tags on 10/02/2007 by DeadNature
Tanto per essere chiari: quell’idiota di Catania non è un rugbista. E’ solo uno che gioca a rugby.
DeadNature

Qui lo Di.Co…

Posted in Senza categoria with tags on 09/02/2007 by DeadNature
Questo governo avrà un sacco di difetti, ma chiamare i PACS con la sigla DC è davvero un colpo di genio.
Saluti
DeadNature

Aumenta la temperatura del globo. Previsti effetti drammatici. Si scongeleranno i Sofficini e cose del genere

Posted in Senza categoria with tags on 02/02/2007 by DeadNature
Buonasera, benvenuti ad un’altra esilarante puntata di "Chissenefrega imperante: l’opinione di DeadNature su ogni tema dello scibile umano". L’argomento di oggi, di grandissima attualità, è "Redistribuzione delle ricchezze mondiali all’interno di un progetto globale di autosussistenza, in un’ottica di sviluppo economico-sociale dei paesi ex-terzomondisti: possibili applicazioni di un sistema regionale in un’ottica internazionalista di ampio respiro"
Ah no, scusate, ho fatto casino: questa è la tesi di laurea di mio cugino. Il vero argomento di oggi è "Ti accorgi che le cose vanno davvero male quando si preoccupano anche quelli di Studio Aperto". Come al solito, naturalmente, le mie riflessioni non avranno nulla a che fare col titolo; d’altronde, chiedermi di essere razionale è come chiedere a Baden Powell cosa pensa degli scout di oggi; si può farlo, ma a proprio rischio e pericolo (gli scout, che meraviglia: avvicinarsi alle droghe in un ambiente sano e cattolico. Oh, certo si imparano anche delle attività manuali: una è rollare, l’altra non ve la posso dire, ma se conoscete delle scout ve la possono spiegare loro. Buon divertimento!)
Beh, ora vorrei fare un’accorata riflessione sullo stato di salute dell’informazione in Italia, ma è tardi. Sarà per un’altra volta, come disse Litvinenko a Scaramella in un sushi bar.
Buonanotte da
DeadNature (che ringrazia Daniele Luttazzi per il titolo di questo intervento)

Siamo tutti intellettuali, oggigiorno

Posted in Senza categoria with tags on 01/02/2007 by DeadNature
Avete presente il mio ultimo intervento su questo meraviglioso blog, regno incontrastato dell’amore e della simpatia? No, non questo, quello prima. "Allora il penultimo!", direte voi, che avete fama di essere gran rompicoglioni. Sì, il penultimo, va bene? Che bravi che siete…
In ogni caso, se me lo concedete, sarei qui per parlarvi della cosidetta "Cultura da Reader’s Digest" (o, se preferita "da Focus"). Essa funziona così: dalla notte dei tempi, noi esseri umani non amiamo essere considerati stupidi. Ok, fanno eccezione a questa regola Carlo Conti e quelli che partecipano a Distraction, ma in generale è così. Ora, siccome non amiamo essere considerati stupidi, ecco che se arriva qualcuno che ci fa sentire coltissimi, noi istintivamente lo amiamo. E, per dire, vediamo il suo film, leggiamo il suo libro, guardiamo il suo programma, sposiamo sua figlia (anche se è inguardabile).
Avete capito il concetto? Sicuramente no. Ecco perciò alcuni esempi di
MERAVIGLIOSA CULTURA DA READER’S DIGEST (O DA FOCUS CHE DIR SI VOGLIA)
Pittura: le opere di Van Gogh, Picasso, Leonardo.
Musica: tutte le canzoni dei Beatles. Il Bolero di Ravel. Per Elisa e la Quinta Sinfonia di Beethoven. Gran parte del repertorio di Mozart.
Letteratura: Brani a casaccio dalla Divina Commedia ("Nel mezzo del cammin di nostra vita", "Fatti non foste a viver come bruti", "E quindi uscimmo a riveder le stelle"). L’Infinito di Leopardi (non tutto, basta il primo verso). Dialoghi shakesperiani.
 
Insomma, ci siamo capiti.
E adesso, buonanotte, fiorellini!
DeadNature